Sulle orme di Arthur Rimbaud: Il colore delle nostre vocali

 

Dopo la lettura della poesia Vocali di Arthur Rimbaud, i bambini che hanno partecipato all’esperienza SINESTESIA nell’alfabeto scelgono alcuni elementi emersi dalla loro ricerca e li rielaborano per comporre una poesia corale, sul modello di quella del poeta francese.

Il colore delle nostre vocali

A bianca, E verde oliva, I grigia,
O metà rossa e metà marrone,
U tutta blu: vocali.
A, risata candida e contagiosa;
quale dentifricio usi?
Forse quello al gusto di pompelmo?
E, timido palloncino
che ti fai largo tra le nubi,
sta’ lontana dalla I,
sennò ti sgonfi.
I, spillo dispettoso
mai stanco di giocare a nascondino
…Ahi, ci hai punto un’altra volta!
Già, perché dito, naso, cuore,
tanto per te, non fa differenza!
O, frittella-palletta ripiena di cioccolato,
rimbalza sulla lingua golosa di uno di noi,
ché abbiamo spalancato la bocca apposta per mangiarti!
U, mostro che ci agghiacci,
e che ci costringi a trattenere il respiro
…smettila di farci paura
e unisciti anche tu al girotondo delle vocali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *