Identikit di un giovane lettore

Per incoraggiare l’approccio al libro e alla lettura propongo un test, che verifica anche l’interesse e il gusto dei bambini per questa attività.

Parole in pratica
È rivolto ai bambini della scuola Primaria, a partire dalla classe 3a.
Il bambino cerchia l’opzione che lo riguarda.

Mi piace leggere
molto;      abbastanza;      poco;      di tanto in tanto;
leggo solo se obbligato;      …………………………

Dove
in classe;     in biblioteca;     nella mia cameretta;     a letto;     in bagno;
spaparanzato sul divano;       …………………………

Quando / come
la mattina, prima di andare a scuola;          dopo aver fatto i compiti;
in attesa della cena;       prima di addormentarmi;       davanti alla TV;
mangiando, bevendo;            in compagnia di altri amici;
concentrato su ciò che leggo;        …………………………

Un libro lo scelgo per
il titolo;     la copertina;     trama (quarta di copertina);     come inizia;     …………………………

Preferisco le storie
Realistiche;     di fantasia;     avventurose;     di paura;     che fanno ridere; molto illustrate;       …………………………

Infatti, l’ultimo libro che ho letto / che sto leggendo è
…………………………………………………………………………….

Dopo aver letto un libro ne parlo con
Nessuno;      un amico;      mamma o papà;      la maestra;      …………………………

Con le informazioni ottenute ogni bambino compone un breve testo (come nell’esempio) che applicherà su un cartellone da appendere in classe.

Fernando.    Mi chiamo Fernando e amo leggere solo di tanto in tanto. Leggo soprattutto a letto prima di addormentarmi, il più delle volte con la TV accesa. Scelgo un libro per il suo titolo e preferisco le storie che fanno ridere e con molte illustrazioni: infatti sto leggendo “Il mistero della gondola di cristallo” di Geronimo Stilton. Non appena avrò finito di leggere questo libro, lo consiglierò ai miei amici.

Tra virgolette
La lettura in classe può diventare un importante momento di interscambio e di conoscenza reciproca, di socializzazione e di confronto, oltre che, come prioritario obiettivo didattico, di crescita culturale; tanto più se lasciamo che ciascuno esprima la propria opinione su ciò che ha letto, purché dia le sue personali motivazioni sul gradimento o meno del libro.

               Paola Zannoner (da Come si costruisce un percorso di lettura)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *